Programma 2019

 Programma escursioni anno 2019

Terminato il primo decennio di intensa attività escursionistica, inizia quest’anno il secondo. Già, sono passati 11 e più anni da quando, nel gennaio 2008, pochi appassionati decisero, senza un programma ed obiettivi precisi, di intraprendere questo “divertimento” (perché di questo si tratta), che ha coinvolto migliaia di persone amanti della natura, della storia, delle tradizioni e del passato del nostro territorio.
E, comunque, non si poteva non raggiungere risultati importanti attraverso la conoscenza e la valorizzazione di tanti aspetti del territorio grecanico e non. Soprattutto si è riusciti a “scoprire” siti, luoghi ed angoli di eccezionale bellezza naturalistica. Il “cammino”, intrapreso nel gennaio del 2008, ci ha fatto “ripercorrere”, attraverso la presenza sul posto, un passato storico – culturale appartenuto alle precedenti generazioni, che genera interesse e studio anche per le nuove generazioni innamorate di questa bellissima terra. Molti giovani, infatti, partecipano alle nostre uscite sempre con maggiore passione ed interesse. “La costruzione del futuro parte sempre dal passato”.
Riprendiamo, quindi, il cammino per il corrente anno, proponendo sette interessantissime uscite, di cui sei nuove e molto stimolanti. L’annata sarà conclusa con l’ormai tradizionale gita di fine attività e che è prevista entro il mese di ottobre.
Perciò……giovani……... V A M O S !!!


P R O G R A M M A

  1. 07 Aprile 2019 (domenica) Palizzi Sup.re.
    La prima uscita è denominata “Trekking del Vino” e per tale ragione era obbligo scegliere il borgo di Palizzi Sup.re, la capitale enologica e stupendo gioiello dell’Area Grecanica. Spettacolare percorso ad anello attraverso boschi senza fine e panorami incantevoli che lasceranno senza fiato i partecipanti. Breve visita ai famosi “Catoi” e pranzo previsto presso la rinomata “Casa di Bacco”.
  2. 25 aprile 2019 (giovedì) Rocche di Prastarà, Montebello Jonico.
    Situate alle spalle di Saline Joniche ma partendo dalla frazione Masella di Montebello Jonico, le Rocche di Prastarà sono enormi e stupendi monoliti posti in posizione panoramica eccezionale. La vista spazia a sud verso la linea di costa dello Jonio e verso l’Etna e a nord-est verso la c.d. “Mano del Diavolo” (Pentedattilo). Tale luogo è stato scelto dal regista P. Germi per girare, nel 1952, le scene del film “Il Brigante di Tacca del Lupo”, con Amedeo Nazzari. Nei dintorni, inoltre, si narra della presenza del monastero di “Sant’Elia da Enna”, detto “il Giovane”. Di sicuro le Rocche furono scelte dal Santo come luogo di ritiro in preghiera e meditazione.
  3. 19 maggio 2019 (domenica), località Grotte, Condofuri.
    Questa escursione è l’unica inserita del programma 2019 che interessa il Comune di Condofuri. La località “Grotte” si trova all’interno del suddetto Comune, sulla sponda destra del “torrente Pisciato”, immersa nel verde di secolari uliveti ed ormai abitata soltanto da poche famiglie. Il percorso, ad anello, attraverserà una prima volta il torrente Pisciato e prevede una sosta nella piazza di Condofuri Sup.re, vecchia capitale dell’omonimo Comune, anch’essa in via di lento spopolamento. Si riattraversa il torrente e ci si inerpica in direzione del “Santuario delle Madonna della Cappella” per poi svoltare a sinistra e fare rientro al punto di partenza, non prima di fare una breve sosta alla “Rocca di Varva”, formazione monolitica che “sorveglia” la valle sottostante.
  4. 08 e 09 giugno 2019 (sabato e domenica), Serra San Bruno e Soriano Calabro.
    Mini week-end nel territorio delle Serre Calabresi. Le origini di Serra San Bruno risalgono all’XI° secolo ed è posta a circa 800 metri di altitudine. E’ conosciuta soprattutto per le vicende che la legano a San Bruno (compatrono della Calabria). Monaco certosino nativo di Colonia (Germania) detto “Brunone”, fondò intorno all’anno 1090, la famosissima certosa del Santi Stefano e Bruno. Oltre alla Certosa e ad altri bellissimi monumenti religiosi, la zona di Serra San Bruno, che si trova in un ambiente naturalistico eccezionale, è posta al centro del Parco Naturale Regionale delle Serre Calabresi, che iniziando dal Passo della Limina, si prolunga fino all’istmo di Catanzaro. Il pomeriggio di sabato 08 giugno, sarà, invece, dedicato alla visita di Soriano Calabro, bellissima cittadina anch’essa delle Serre Calabresi. Le sue origini risalgono al XVI° secolo e sono legate alla fondazione del convento dei Padri Domenicani, oggi in parte sede del Comune e del museo di San Domenico. Soriano è famosa anche per l’industria dolciaria. Qui si producono i tipici dolci chiamati “Mustazzoli” o ‘Nzuddhi”, che richiedono largo impiego di farina, cioccolata, miele e di carta stagnola colorata.
  5. 07 luglio 2019 (domenica), Casalnuovo e Campi di Bova – “Trekking delle Ciliege”.
    Questa escursione è stata programmata nella bellissima zona dei Campi di Bova nel periodo di massima maturazione delle ciliegie. Si andrà a visitare “il passato aspromontano” con tutti i suoi possibili contorni. L’ormai disabitato borgo di Casalinuovo (frazione di Africo Vecchio) e, possibilmente, il “Monte Scapparrone”, saranno le nostre mete. L’antica civiltà contadina, la storia e le tradizioni dei luoghi dove visse “San Leo”, saranno descritte minuziosamente dall’esperta guida. Pranzo presso l’”Azienda Agrituristica San Leo”, dove si avrà l’opportunità di fare degli acquisti di prodotti locali.
  6. 11 agosto 2019 (Domenica), Pietra Cappa.
    Famosissimo a tutti gli appassionati di escursionismo, questo enorme masso (si tratta del monolite più grande d’Europa), si trova nel Comune di San Luca, ma l’ambito territoriale è quello di Natile Vecchio. Rassomigliante a un panettone di circa 140 m. di altezza, agli occhi del visitatore appare come un blocco imponente, misterioso. Situato nella “Valle delle grandi Pietre”, su Pietra Cappa aleggiano diverse leggende, una delle quali parla del fatto che Gesù chiese agli Apostoli, per penitenza, di portare in cima alla montagna delle pietre. Pietro scelse la più piccola che vide trasformata in briciola rispetto a quelle dei suoi compagni. Quando gli fu richiesto di scegliere una seconda pietra, Pietro scelse la più grande e decise di farla rimanere li per sempre. La pietra si gonfiò tanto che assunse la grandezza dell’attuale pietra. Nei dintorni i resti di una antichissima chiesa bizantina.
  7. 08 settembre 2019 (Domenica), Brancaleone Vetus.
    Situata in cima a una montagna di 310 metri s.l.m. e distante solo qualche chilometro dallo Jonio, la Vecchia Brancaleone domina la sottostante “Valle degli Armeni”. La sua origine è antichissima e, probabilmente, risale alla metà del primo millennio con l’arrivo dei monaci bizantini dall’Armenia e dalla Cappadocia. Nel 2008, la Soprintendenza dei Beni Culturali della Calabria ha istituito il “Parco Archeologico di Brancaleone Vetus”, e dal 2014 quest’area di circa 4 ettari è curata e gestita, in maniera ottima, dai volontari della Pro-Loco di Brancaleone. La visita dell’antico borgo e la programmazione del pranzo, saranno a cura della Pro-Loco stessa.

GITA FINE ANNO ESCURSIONISTICO

Il tradizionale week-end, Stabilito per il mese di ottobre, è previsto nella Puglia Salentina. La bellissima Lecce, Ostuni, Alberobello ecc., saranno le mete del 2019.

Salvo variazioni per cause in atto non preventivabili, la partenza è prevista per venerdì 18 ottobre ed il rientro per domenica 20 ottobre 2019. Il viaggio si effettuerà in pullman. Informazioni più dettagliate sul programma, sui costi e sui termini per le prenotazioni, verranno fornite tempestivamente agli interessati sul sito www.grecanicatrekking.it

N.B. = Per quanto riguarda le iscrizioni alla gita stessa, la precedenza nelle prenotazioni è riservata ai partecipanti alle escursioni programmate durante il 2019. In caso di ulteriore disponibilità, saranno accettate altre iscrizioni fino al massimo del numero dei posti consentiti.
In questo caso, per le iscrizioni di coloro che non partecipano ai trekking programmati, verrà usato il criterio dell’ordine di prenotazione.

______________________________________________________

Notizie ed informazioni più dettagliate sulle escursioni programmate e sulla gita in Puglia, saranno fornite di volta in volta all’approssimarsi degli eventi sul sito www.grecanicatrekking.it.
Buon divertimento.

La Grecanica Trekking

Info 340 – 9877602 (T. Nicolò).

Per cause in atto non preventivabili, il programma potrebbe subire delle variazioni che saranno tempestivamente comunicate sul sito www.grecanicatrekking.it

-Le quote individuali di partecipazione ai week-end ed ulteriori dettagliate informazioni, saranno pubblicate, mediante locandine, sul sito dell’Associazione, all’approssimarsi degli eventi.
-Per ogni escursione è obbligatoria la prenotazione. 

Domenica 2 settembre 2018

CAMPI DI BOVA

E ROGHUDI VECCHIO

L’evento sarà ripreso da Melito TV

che lo manderà in onda nei giorni successivi.

 Ritrovo ore 7.30 a Condofuri M.na, via Nazionale (davanti al Conad).

Subito dopo, con mezzi propri, si parte per i Campi di Bova, salendo da Bova Marina per raggiungere il Casello di Vardari. Subito dopo inizio dell’escursione con visita guidata del luoghi dove visse San Leo.

PERCORSO: Ad anello, si sviluppa nell’altopiano dei Campi Bova, cuore dell’Aspromonte (con altitudine media 1.200 m.), tra incantevoli pinete, secolari castagneti e una natura incontaminata. Antichi sentieri e tratti di strada interpoderale ci porteranno verso eccezionali punti panoramici da dove, spaziando a 360°, lo sguardo incontrerà in successione: la vetta più alta dell’Aspromonte (Montalto – Redentore, m.1956), la costa jonica locrese, il versante jonico meridionale fino a perdersi nel lontanissimo triangolo dell’Etna. La vista di paesi grecanici come Gallicianò, Roccaforte del Greco, Roghudi Vecchio, Africo Antico, Casalinuovo, ecc., faranno sprofondare la mente in un mondo storico-geografico antichissimo, che non c’è più, ma che la memoria dovrà sempre conservare.  Un percorso naturalistico tra i più belli dell’area grecanica.

Tempo di percorrenza ore 3,00 circa – Difficoltà  minima.  Fornirsi di corredo adeguato considerata l’altitudine.

Programma escursione:

Ore 9.00 partenza dal “Casello Vardari” (alt. 1.200 m.) – località “Casello San Salvatore” (alt. 1.250 m.) – località “Punto panoramico Monte Grosso” (alt. 1.307 m.) – località “Punto panoramico geografico” (alt. 1.230 m) – località “Laghetto” (alt. 1.150 m.) – ritorno al punto di partenza.

A SEGUIRE: tipico pranzo grecanico all’aperto presso il “Casello Vardari” a cura della “Cooperativa San Leo” di Bova. Quota di partecipazione, tutto compreso, euro 18.00.

Al rientro, nel pomeriggio, breve visita alle “Caldare del Latte”, alla “Rocca del Drago” e al paese di “Roghudi Vecchio”, dove la Pro-Loco dell’antico paese grecanico riserverà una sorpresa alla comitiva. 

PRENOTAZIONE  OBBLIGATORIA  ai  nr.  340 – 9877602,  333 – 2843775,  393 – 4839205,  349 – 2305984.

Info  340 – 9877602  e/o  visitare  il  sito  www.grecanicatrekking.it

NB. = Ogni componente la comitiva partecipa a titolo volontario e sotto la propria responsabilità, sollevando l’organizzazione da qualsiasi danno o incidente che si potrebbero verificare durante l’escursione.

N.B. = In caso di eventi negativi non preventivabili, l’evento potrebbe subire variazioni o essere rinviato.